Ecografie

Ti mettiamo in contatto con i centri specializzati della tua zona che eseguono le analisi cliniche di cui hai bisogno.

Non siamo noi ad effettuare le analisi.


Descrizione Ecografie

Gli esami ecografici sono delle tecniche di indagine diagnostica medica che non si basano sull’emissione di radiazioni ionizzanti ma bensì sugli ultrasuoni. L’ecografia, infatti, può anche essere chiamata sonografia o ultrasuoni grafia, poiché utilizza una sonar che sfrutta onde sonore di frequenza maggiore di quelle percepibili dall’orecchio umano, comprese tra 2 e 20 MHz. Quando le onde toccano un punto interno al corpo in cui la densità dei tessuti cambia, come per esempio in concomitanza di un organo, generano un’eco che viene analizzato da un computer. Calcolando i tempi del percorso dell’onda per andare, riflettersi e tornare si può ottenere la profondità da cui è giunta.

Durante un'ecografia le onde partono direttamente da una sonda posta all’interno di un trasduttore che rimane a contatto diretto sul corpo del paziente. Tra il trasduttore e la cute viene interposto un gel che elimina l’aria e permette alle onde di scendere in profondità fino all’organo oggetto dell’osservazione. L’operatore deve tener conto del fatto che la misura della frequenza è inversamente proporzionale alla profondità dell’indagine, ma direttamente proporzionale alla qualità della risoluzione delle immagini. Mentre il trasduttore scorre sulla zona che si vuole esaminare, il segnale di ritorno viene ricevuto dalla sonda che lo spedisce ad un computer. In alcuni casi il trasduttore con la sonda possono essere introdotti nel corpo attraverso cavità naturali.

Il computer elabora l’eco, rivelando caratteristiche bidimensionali o tridimensionali dell’organo, come posizione, dimensione, forma e consistenza, e presenta tali dati su un monitor. Un’ecografia è un esame richiesto spesso in campo internistico, radiologico e chirurgico; è utile per studiare gli organi superficiali del corpo, per esempio per la diagnosi dei tumori della pelle. Inoltre l’ecografia aiuta i medici a diagnosticare tutta una serie di disturbi risalendo all’origine dei sintomi; il campo d’applicazione è molto vasto e va dai disturbi valvolari ai noduli al seno fino al monitoraggio di una gravidanza. 

Una variante dell’ecografia tradizionale è chiamata ecodoppler, ed è usata per valutare il flusso ematico, visto che è in grado di percepire il movimento. Durante l’esame di certi organi o nella diagnosi dei tumori, può essere utile richiedere anche un ecodoppler, perché si possono rilevare concentrazioni anomale di vasi sanguigni. 

Quali soni i rischi di un’ecografia?

Sottoporsi ad un’ecografia non presenta rischi notevoli per la salute. Tuttavia gli ultrasuoni, per quanto siano sicuri, rimangono sempre una forma di energia e perciò possono avere delle ripercussioni sui tessuti, specialmente su quelli di un nascituro. 

Quali sono i benefici di un’ecografia?

È un esame veloce, non invasivo e relativamente poco costoso. Le immagini che si possono avere sono ottenute in tempi reali.

Visto che per la buona riuscita di un’ecografia la manualità e lo spirito di osservazione dell’operatore sono fondamentali, potete in sicurezza rivolgervi al portale Imprendo.org per trovare capacità e abilità non indifferenti. La nostra esperienza nella collaborazione con i migliori laboratori di analisi emergerà non appena inserirete la vostra richiesta.

Scegliete la città in cui intendete eseguire i vostri esami ecografici, inserite i campi obbligatori con i vostri dati personali, ed in tempi brevi più laboratori di analisi nella vostra zona vi contatteranno per indicarvi i costi per un’ecografia. Potrete cosi comodamente da casa comparare fino a sei preventivi diversi e scegliere il migliore!
 

Trova il professionista per Ecografie nella tua zona